fbpx
lunedì, Febbraio 6, 2023

Salviamo Api e Agricoltori!

ICE - Iniziativa dei Cittadini Europei

Di recente ho firmato una petizione.

A che serve?

Fare massa critica.

In una dimensione democratica è l’unica leva per fare pressione, può servire a poco ma meglio contribuire a qualcosa in più che non fare nulla.

Quale petizione?

Iniziativa dei Cittadini Europei, promossa sul portale di Slowfood: Salviamo api e agricoltori! Firma l’iniziativa dei cittadini europei – Slow Food.

“Salviamo Api e Agricoltori!”. Verso un’agricoltura favorevole alle api per un ambiente sano. Siamo uniti da tutta l’Unione europea per chiedere un’agricoltura favorevole alle api a vantaggio degli agricoltori, della salute e dell’ambiente!

Il tema?

«Al fine di proteggere le api e la salute delle persone chiediamo alla Commissione di proporre atti giuridici che prevedano l’eliminazione progressiva dei pesticidi sintetici entro il 2035, il ripristino della biodiversità e il sostegno agli agricoltori durante la fase di transizione.

Come?

  1. Eliminare progressivamente i pesticidi sintetici dall’agricoltura europea dell’80% entro il 2030, a cominciare dai più pericolosi, fino al 100% entro il 2035;
  2. ripristinare gli ecosistemi naturali nelle zone agricole facendo dell’agricoltura un vettore di recupero della biodiversità;
  3. riformare il settore agricolo dando priorità all’agricoltura su piccola scala, diversificata e sostenibile, sostenendo un rapido aumento delle pratiche agroecologiche e biologiche e consentendo la formazione e la ricerca indipendente degli agricoltori in materia di agricoltura senza pesticidi e OGM.

Perché?

«L’agricoltura europea sta giungendo a un punto morto. Politiche agricole unilateralmente orientate verso l’aumento delle rese tramite l’incremento dell’uso di agrofarmaci tossici hanno portato l’ecosistema sull’orlo del collasso. Gradualmente, la diversità biologica che è alla base dei nostri sistemi alimentari sta scomparendo, mettendo a dura prova il futuro del nostro cibo, dei nostri mezzi di sussistenza, della salute e dell’ambiente».

Conseguenze?

«Le conseguenze per la natura sono disastrose: api, farfalle e altri insetti stanno scomparendo dai nostri paesaggi, e diversi tipi di uccelli, un tempo comunemente presenti nelle campagne europee, hanno smesso di cantare nei nostri campi. Anche i nostri torrenti e fiumi sono inquinati dai residui di pesticidi, e noi stessi, in quanto consumatori, siamo esposti quotidianamente a un cocktail di pesticidi sintetici attraverso il cibo che mangiamo».

A cosa serve, tanto non cambia mai nulla!

Beh, caro scettico, non ci crederai ma la Commissione Ue ha confermato la validità delle firme della proposta di legge di iniziativa popolare europea. Ora le istituzioni europee dovranno esprimersi sulla richiesta di mettere al bando entro il 2035 i pesticidi sintetici, la strada è ancora in salita, bisogna spingere senza stancarsi.

Sensibilità

Esistono Paesi nei quali è più facile rompere il muro di disillusione e indifferenza diffuso tra i cittadini. Si pensi che oltre la metà del milione di firme per questa iniziativa arriva dalla Germania (526mila firme), poi i Paesi Bassi (quasi 100mila), Francia (quasi 90mila). In Italia, hanno firmato l’iniziativa 43.400 cittadini.

Api

Lo sapevi che dalle api dipende il 90% del cibo mondiale?

Non è una questione solo romantica: 71 delle circa 100 specie di colture che forniscono il 90% del cibo nel mondo sono impollinate dalle api Si calcola che a livello mondiale tali organismi siano responsabili dell’impollinazione di più del 75% di tutte le colture e di oltre il 90% delle piante selvatiche.

È, anche questa, una questione di Vita & Salute WEB.

Se ti è piaciuto l’articolo leggi anche 3BEE- Tecnologia al servizio delle api.

spot_img
spot_img
Articoli recenti
- Abbonati alla nostra rivista cartacea -spot_img

ARTICOLI CORRELATI
Annuncio pubblicitariospot_img