fbpx
mercoledì, Agosto 17, 2022

La cooperativa Cadore al servizio delle Dolomiti 

La cura e l’amore per luoghi e persone crea opportunità e inclusione ad alta quota 

Dolomiti rosa 

Presidente, il Cadore, è davvero un gran territorio, colorato. Montagne, acqua, verde e blu dappertutto: le Dolomiti rosa! 

In montagna vivono persone, però, e non solo turisti; di quali bisogni delle persone e dell’ambiente si occupa la Cadore s.a.s.? 

La cooperativa sociale Cadore scs ha come mission l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e non solo. Si occupa quindi principalmente di persone, di offrire loro un’opportunità lavorativa e di dignità sociale. La Cadore è fortemente radicata nel territorio, territorio interamente montano e marginale con la bellezza ma anche le difficoltà che ne conseguono. L’ambiente, la sua conoscenza e tutela è quindi elemento cardine dell’attività della Cadore nelle Dolomiti.

Lavoro in montagna 

L’occhialeria è stato ed è un business tipico del Cadore. Non è più sufficiente? Che tipo di lavoro nuovo e ecocompatibile cercate, proponete e favorite? 

La cooperativa Cadore è nata nel 2008 per rispondere all’allora crisi dell’occhiale, che vedeva delocalizzare le aziende e quindi privare buona parte delle persone di opportunità lavorativa.  

La nostra cooperativa si è prefissa e si prefigge quindi l’obiettivo di dare risposte alle persone che vivono nel territorio, ai soggetti istituzionali e ai portatori di interesse. Lo fa attraverso i suoi diversi campi di azione/intervento, su tutti quello del settore ambientale. 

Lavoro & Comunità montana 

Un lavoro legato alla propria comunità e al proprio territorio… che cosa vuole dire? 

La cooperativa Cadore è la cooperativa del territorio. La conoscenza del territorio implica il dovere di essere in grado di dare le risposte che lo stesso territorio, attraverso le istituzioni, i privati e i portatori di interesse, chiede. Questo comporta e chiede una formazione e preparazione continua. 

Storie 

Ci sono esempi di lavoro a inclusione sociale? Storie di persone che grazie al vostro impegno hanno visto e assaporato un nuovo slancio vitale? 

Il 30% dei lavoratori sono persone con qualche tipo di svantaggio formalmente riconosciuto, alle quali la cooperativa Cadore offre un’opportunità di riscatto sociale, oltre che di supporto ai comuni che trovano aiuto nel risolvere situazioni di marginalità sociale.  

Buona parte degli altri lavoratori sono persone con un’età per la quale poche sono e sarebbero le opportunità lavorative. La cooperativa Cadore, attraverso convenzioni con i tribunali, offre anche la possibilità di inserimenti lavorativi di riparazione sociale per persone adulte ma anche per minori. 

Sentieri in montagna 

Leggo dal vostro sito ufficiale che conservate i sentieri e l’ambiente montano… quindi siete voi che vi inerpicate, che mettete a posto, che segnate i sentieri per evitare che qualcuno si possa perdere… perché nessuno si deve perdere per l’emarginazione sociale o qualsiasi altra assurda ragione, vero? 

Certamente, gli interventi in materia di manutenzione e tutela ambientale sono fondamentali per un territorio interamente montano come il nostro. Che ha vocazione turistica ma soprattutto la necessità e l’urgenza di tutela e ripristino di un ambiente che permetta alle persone di viverci e progettare il proprio futuro.  

Ci occupiamo dunque anche di sentieri naturali e di altri “sentieri”: quelli che le persone si trovano a percorrere durante la loro vita, per alcuni con grandi difficoltà e per i quali la cooperativa Cadore vuole e deve essere una sorta di cartello che aiuta a trovare la via che conduce alla giustizia ed equità sociale. 

spot_img
spot_img
Articoli recenti
- Abbonati alla nostra rivista cartacea -spot_img

ARTICOLI CORRELATI
Annuncio pubblicitariospot_img