fbpx
lunedì, Novembre 28, 2022

Bracconaggio in Italia.  Legambiente alza la voce 

30ennale Legge quadro n. 157/1992 sulla protezione della fauna selvatica e il prelievo venatorio

  • Il bilancio di Legambiente: pro e contro di una normativa superata da pandemie e crisi di biodiversità  
  • Tutela solo l’1,1% di tutte le specie presenti sul territorio e non regolamenta la coesistenza tra le tante attività umane che hanno relazione con la fauna 
  • Nella Penisola la legge destina oltre 19 milioni di ettari alla caccia programmata e altri 4 milioni di ettari alla caccia privata, lasciando solo poco più di 3 milioni di ettari alla tutela della fauna 
  • Allarmante la piaga del bracconaggio: dal 2009 al 2020 accertati in Italia 35.500 illeciti, 
  • 2.960 ogni anno, quasi 250 al mese. Ed è solo la punta dell’iceberg  
  • La mancata volontà politica e la debolezza normativa bloccano, di fatto, il prezioso lavoro di Forze di polizia e Magistratura. Il numero più alto di illeciti accertati nel Lazio, Lombardia e Campania 
  • Legambiente: “Urgente adeguare all’oggi la legge quadro e inserire al più presto i delitti contro la fauna nel codice penale” 

Riportiamo QUI alcuni dati forniti da Legambiente sul bracconaggio in Italia

Noi di V&S WEB abbiamo intervistato il Dottor Antonino Morabito di Legambiente sul tema del bracconaggio. 

In Italia? Il bracconaggio? Ci sono dati? E noi che si pensava fosse una piaga da terzo mondo… Preoccupazioni particolari? 

Leggi anche: Ecomafie VS Ecologia di A. Morabito

spot_img
spot_img
Articoli recenti
- Abbonati alla nostra rivista cartacea -spot_img

ARTICOLI CORRELATI
Annuncio pubblicitariospot_img